TORINO MUSEO NAZIONALE DELL’AUTOMOBILE – HD

0
10

© CLAUDIO MORTINI*
Il Museo Nazionale dell’Automobile ha riaperto dopo una radicale e grandiosa trasformazione del percorso e dell’edificio.

Il Museo ha cambiato il suo volto grazie ad un progetto innovativo e moderno: non una semplice ristrutturazione architettonica, ma una nuova realtà ripensata per essere posizionata fra i centri culturali europei più all’avanguardia. Un Museo capace di attrarre a sé non solo un pubblico di specialisti ma di giovani, famiglie, studiosi e uno spazio per tutti i cittadini che ritrovano nel rinnovato complesso un punto d’incontro e di socializzazione.

Nel percorso espositivo si racconta la storia e l’evoluzione dell’automobile ma anche le tematiche sociali legata ad essa, la trasformazione da mezzo di trasporto a oggetto di culto, dalle origini fino all’evoluzione contemporanea del pensiero creativo, il tutto attraverso spettacolari allestimenti.

All’esposizione museale si aggiungono la grande piazza, luogo per eventi e spazio d’aggregazione per il pubblico, un centro congressi, un centro di documentazione e un centro didattico, oltre al bookshop ed alla caffetteria.

inaugurato il 3 novembre 1960.
Questo è l’unico Museo Nazionale del genere in Italia, ospitato nella sede progettata dall’Architetto Amedeo Albertini, sulla sponda sinistra del Po a poca distanza dal Lingotto; rappresenta uno dei pochi edifici costruiti appositamente per ospitarvi la collezione di un Museo e costituisce anche un raro esempio di architettura moderna.
Questo Museo vanta una delle collezioni più rare ed interessanti nel suo genere, quasi 200 automobili originali, dalla metà dell’800 ai giorni nostri, di oltre ottanta marche diverse, provenienti dall’Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Olanda, Spagna, Polonia e Stati Uniti.
Nel 2002 i vertici del Museo iniziano a pensare ad un’opera di rinnovamento dell’Ente, sono trascorsi quarant’anni ed il Museo è ormai datato ed obsoleto, è necessario un cambiamento che lo renda più appetibile.

source

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here